E’ difficile pregare quando il cuore è ferito e si chiude in sé stesso.
Si sta difendendo dal dolore e chiude anche le nostre labbra.
Non riusciamo nemmeno a ripetere meccanicamente le preghiere più familiari.

Il nostro dolore però può essere già preghiera, perché esprime il nostro amore per la persona che ci ha lasciato. Ricordarla, pensare a lei, dialogare con lei che è in Cielo, è già preghiera, perché vuol dire entrare in relazione anche con Dio, il suo Regno e il suo Mistero.

Se il nostro grido di dolore è rivolto a Dio, è supplica, è anelito, è già preghiera autentica e potente. È capace di attraversare le nubi e arrivare nel più alto dei cieli. Ce lo insegna la parola di Dio, il “Libro delle lamentazioni”, gli intensissimi salmi che troviamo nella Bibbia.

 

La vera preghiera infatti è

 

essere in Dio, stare e dialogare con Lui, più che pronunciare parole. Avere un rapporto di confidenza e di amicizia con Lui, qualunque sia il contenuto del nostro dialogo, il groviglio di dubbi, interrogativi, tormenti che attraversano la nostra anima. Dio sa ascoltare anche le nostre miserie, le abbraccia, le fa sue, le illumina e le trasforma.

 

Non dobbiamo temere, noi dobbiamo soltanto

 

aprire il nostro cuore al cuore di Dio con sincerità, con fiducia, nella verità che ci portiamo dentro. Lui ci accoglierà nel suo cuore misericordioso, ci colmerà del suo amore e ci trasformerà. Sostiamo alla sua Presenza nel silenzio e nell’abbandono. Il tempo che dedichiamo all’adorazione eucaristica del Santissimo Sacramento è tempo forte di preghiera. Permettiamo a Lui di guardarci dentro e a noi di guardarLo, di conoscerlo meglio, di contemplarlo. Se ci mostriamo e ci lasciamo abbracciare, così come siamo, nella nostra verità, Lui, che sa scrutare amorevolmente nel profondo della nostra anima, provvederà ai nostri bisogni, sanerà le nostre ferite, ci colmerà dei suoi beni e ci indicherà la strada da percorrere.

 

Unisciti spiritualmente a noi

recitando “Le nostre preghiere” ogni sera alle 21,15:

Lascia che il fuoco dello Spirito, che è Amore, ti avvolga.

E’ Lui che ha vinto la morte! 

Apri il tuo cuore al Padre in un rapporto di grande confidenza ed intimità, 

senti la gioia di essere figlio.  

Confida in Gesù.

Affidati a Maria, che è Madre amorevole di misericordia, Regina del cielo e della terra.

I nostri “Figli in Cielo” si uniranno alle tue preghiere, 

le presenteranno al Padre e 

veglieranno sulla nostra grande e bella Famiglia spirituale, su di te, sul mondo intero.

 

 

PREGHIERE:

 


Portaci in disparte sul monte Tabor, Signore facci salire con Te, sul monte dell’Amore. Dischiudi anche a noi la porta della tua dimora per contemplar le cose che son, ma non ancora…
Leggi tutto

 


al Padre
Eterna gioia dona ai nostri figli in cielo, o Padre, fai risplendere su di loro la luce del tuo Volto, avvolgili con la rugiada della tua misericordia perché vivano sempre nella tua gloria…
Leggi tutto

 


Eccoci, o dolcissima Madre, eccoci noi siamo tuoi. Eccoci, Madre del cielo e della terra, eccoci, noi ci affidiamo a te…
Leggi tutto

 


Aprite il cuore alla nostra preghiera il vostro nuovo volto fateci contemplare, indicateci la strada che ci porta al Regno: vogliamo essere per voi, terra di cielo! …
Leggi tutto

 


Madre nostra Consolatrice Segno di sicura speranza Maestra, dolce compagna Vieni e insegnaci a consolar Donna vestita di Sole Specchio fedele del Figlio Fa che anche noi riflettiamo …
Leggi tutto

 

Figli-amatissimi-che-siete-in-Cielo_2

Figli amatissimi che siete in Cielo, quando siete nati tra le nostre braccia avete riempito la nostra esistenza, incidendo nel nostro cuore una profonda e dolcissima traccia….

Leggi tutto

 

Nel-lutto-mi-rivolgo-a-te-amato-padre_2

Nel lutto mi rivolgo a te amato Padre, la nostra creatura è in Cielo al tuo fianco, ascolta questa nostra preghiera, prenditi cura di mio figlio, accudiscilo, pensa al suo bene, per noi la speranza dell’incontro fra un po’ di tempo, la speranza del tuo Amore su di noi, per noi la certezza del tuo Amore su di lui…
Leggi tutto

 

003

Padre, faccio fatica ad aprire gli occhi la mattina. Non è fatica fisica, ciò di cui ti parlo, ma fatica spirituale, psichica, morale, perché so che aprire gli occhi vuol dire affrontare un nuovo giorno con il peso di una mancanza, che non si alleggerisce mai. Tale mi sembra.
E, affrontare un nuovo giorno – anche se dovrei ringraziarti…
Leggi tutto

 

004

Gesù, Maria, invochiamo in modo particolare la Vostra presenza tra noi, per consolare il nostro cuore afflitto. Voi solo potete comprendere e conoscere la nostra sofferenza, la più grande: il trapasso dei nostri figli da questa vita alla vita eterna. Forse dovremmo accettare con rassegnazione e fiducia…
Leggi tutto

 

005

Cari piccoli martiri innocenti ora accolti dall’abbraccio misericordioso del Padre custoditi nel grembo verginale della Madre, perdonate, pregate, intercedete per chi sulla terra vi ha rifiutato…
Leggi tutto

 

006

Aiutami Signore, ad essere per tutti un amico che attende senza stancarsi, che ascolta senza fatica che accoglie con bontà, che dà con amore. Un amico che si è sempre certi di trovare quando se ne ha bisogno. Aiutami ad essere una presenza sicura a cui ci si può rivolgere quando lo si desidera, ad offrire…
Leggi tutto

 

007

O Gesù che tanto mi ami, ascoltami, te ne prego. Che la tua volontà sia il mio desiderio, la mia passione, il mio amore. Fa’ che io ami quanto è tuo; ma soprattutto che io ami Te solo. Dammi un cuore così pieno d’amore per Te, che nulla possa distrarmi da Te. Dammi un cuore fedele e forte, che mai tremi…
Leggi tutto

 

008

Signore Gesù, quando abbiamo saputo della morte di nostro figlio,
della morte di nostra figlia, la spada del dolore ha trapassato la nostra anima. Perdonaci se non abbiamo avuto la stessa fede di Maria! O Signore, nella nostra notte oscura abbiamo dubitato di Te, abbiamo gridato contro di Te: “ Perché ci hai fatto questo?”…
Leggi tutto

 

011

Quando t’avrò vinto o mia vita o mia morte quando t’avrò vinto amore e sarò fatta conforme all’amore eterno come un uccello che batte le ali, che discioglie nel suo volo i legami della terra. Quando t’avrò vinto ostile fascino della felicità e avrò conquistato la mia libertà celeste, quando avrò sconfitto la gioia e lo sconforto…
Leggi tutto

 

012

Nell’immenso dolore che stiamo vivendo ci rivolgiamo a Te, Padre Misericordioso. Trasforma il nostro lutto in gioia. Ci conforta sapere che il nostro amato figlio è al centro del Tuo cuore, nelle tue braccia paterne, avvolto di ogni cura e attenzione. Ammettilo a godere la luce del tuo Volto…
Leggi tutto

 

013

A te che piangi i tuoi morti, ascolta Se mi ami, non piangere.
Se conoscessi il mistero immenso del cielo dove vivo, se tu potessi vedere e sentire quello che io sento e vedo, in questi orizzonti senza fine e in questa luce che tutto invade e penetra, non piangeresti, se mi ami. Sono ormai assorbito dall’incontro di Dio…
Leggi tutto

 

014

Accogli tra le tue braccia, Signore, la mia creatura che mi ha lasciato. A suo tempo accogli anche me, dopo che avrai guidato la mia anima lungo il pellegrinaggio terreno, fino alla meta da te stabilita. Fa che la mia anima possa presentarsi a Te ben preparata e serena, non sconvolta da timore, non in stato di inimicizia…
Leggi tutto

 

015

è Dio che parla: “Ah, anima mia, così cieca, debole amante, Io sono colui che tu cerchi. Da te scacciasti l’amore, quando mi scacciasti.
Tutto ciò che ti tolsi, non lo feci per castigo, ma perché tutto ricercassi nelle mie braccia…
Leggi tutto

 

016

Credo che la vita non sia un’avventura da vivere secondo le mode correnti, ma un impegno a realizzare il progetto che Dio ha su ognuno di noi: un progetto di amore che trasforma la nostra esistenza. Credo che la più grande gioia di un uomo è incontrare Gesù Cristo, Dio fatto carne…
Leggi tutto

 

017

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino. Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio. Il mio dura tuttora, né più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede…
Leggi tutto

 

018

E’ sempre presto per l’ultimo viaggio, impavida l’hai affrontato. Noi non siamo migliori per essere rimasti, ma solo incoscienti. Possa la tua essenza librarsi libera nell’aria, nei boschi, sui mari e nei cieli rossastri. Quando rugiada tornerai, o semplice soffio, vibra ancora un istante, l’istante che racchiuderà…
Leggi tutto

 

019

Credo che la vita non sia un’avventura da vivere secondo le mode correnti, ma un impegno a realizzare il progetto che Dio ha su ognuno di noi: un progetto di amore che trasforma la nostra esistenza. Credo che la più grande gioia di un uomo sia incontrare Gesù Cristo, Dio fatto carne…
Leggi tutto

 

020

Avvenga di me secondo la tua parola. Per i nostri morti questo si è attuato definitivamente. Essi sono nella dolce casa per cui l’uomo nasce, alla quale l’uomo è chiamato. Adesso vedono il rapporto che c’è fra quella dolce casa definitiva ed eterna e il segno fragile, ma reale di essa, che è la compagnia in cui sono vissuti…
Leggi tutto

 

021

Padre, accoglici tutti nella croce di Cristo; accogli la Chiesa e l’umanità, la Chiesa e il mondo. Accogli coloro che accettano la croce; coloro che non la capiscono e coloro che la evitano; coloro che non la accettano e coloro che la combattono nell’intento di cancellare e di sradicare questo segno dalla terra dei viventi…
Leggi tutto

 

022

Stai con me, e io inizierò a risplendere come tu risplendi; a risplendere fino ad essere luce per gli altri. La luce, o Gesù, verrà tutta da te: nulla sarà merito mio. Sarai tu a risplendere, attraverso di me, sugli altri. Fa’ che io ti lodi così. Nel modo che tu più gradisci, risplendendo…
Leggi tutto

 

023

Ti ho chiesto, Signore, di essere forte per eseguire progetti grandiosi: Tu mi hai reso debole per conservarmi nell’umiltà. Ti ho chiesto la salute per realizzare grandi imprese: Tu mi hai dato il dolore per comprenderla meglio. Ti ho chiesto la ricchezza per possedere tutto: Tu mi hai lasciato povero per non essere egoista…
Leggi tutto

 

024

Tu che adesso vedi senza ombre quel Mistero che tanto ci attrae ci affascina tutti, aiutaci a vivere con più verità la nostra vita
e il nostro compito. E quando al mattino, nell’inno di lodi, reciteremo: “e noi che di notte vegliammo attenti alla fede del mondo, protesi al ritorno di Cristo, or verso la luce guardiamo” vedremo te nella luce…
Leggi tutto

 

009

O mio Salvatore, che avete sofferto per amor mio tutti i dolori della Passione, fino alla morte più crudele, io non rifiuto, per quanto mi costi, di prender parte al vostro calice di amarezze: vi offro il mio cuore straziato, ma sottomesso. Voi m’avevate dato in quel figlio così teneramente amato, la più dolce felicità…
Leggi tutto